Home » Industry » Coronavirus: a gestire le mascherine ci pensa l’intelligenza artificiale
Industry News

Coronavirus: a gestire le mascherine ci pensa l’intelligenza artificiale

La tecnologia è al servizio della salute con le applicazioni di Vision2, il sistema di intelligenza artificiale creato dalla start up fiorentina Binoocle per garantire la sicurezza dei cittadini durante la Fase 2 della gestione del contagio dell’epidemia Covid-19.

«Tutta la comunità europea dell’intelligenza artificiale ha, oggi più che mai, il dovere di mettere a disposizione e condividere competenze, realizzazioni già sviluppate e pronte, progetti a breve, medio e anche a lungo periodo per il futuro e il benessere dell’intera popolazione mondiale» ha dichiarato Piero Poccianti, presidente AIxIA, Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale.

La tecnologia, quella dell’intelligenza artificiale (AI) in particolare, può fare la differenza nella lotta contro la diffusione del contagio. Lo hanno dimostrato gli esperimenti condotti negli ospedali, dove software di intelligenza artificiale hanno aiutato gli operatori sanitari a riconoscere la polmonite interstiziale anche nei casi più problematici. E, ancora, lo ha dimostrato la Cina che, nonostante le critiche concernenti la privacy dei cittadini, è riuscita a monitorare i positivi e limitare i contagi tramite analisi di Big Data e TAC basate su sistemi di AI.

Binoocle, tra Big Data e Neuroscienze

Continua a crescere la lista di aziende italiane che hanno riconvertito la propria attività per contribuire alla lotta contro l’emergenza coronavirus. Tra queste, vi è anche Binoocle, start up fiorentina che si occupa di intelligenza artificiale, data science e neuroscienze. La società, fondata nel 2018 dallo psicoanalista e neuroscienziato Mario Puccioni, sviluppa algoritmi e applicazioni pratiche, utilizzando l’interpretazione di grandi volumi di dati per risolvere in modo scientifico problemi complessi.

Vision2: L’AI applicata alle mascherine

Il progetto sviluppato da Binoocle per supportare l’Italia nel contenimento dell’epidemia prende il nome di Vision2. Software di intelligenza artificiale creato per aiutare gli esercizi commerciali, la pubblica amministrazione, i gestori di Tpl e gli organizzatori di eventi nella gestione delle presenze durante la fase 2.

La tecnologia di Vision2 è semplice, per utilizzarla basta una comune webcam e, nel farlo, non si viola in alcun modo la privacy delle persone. I software Vision2 rilevano segnali dalle immagini webcam (ormai presenti in quasi tutti i negozi e gli spazi di aggregazione) e rimandano segnali di allarme nel caso si verifichi la circostanza che si vuole controllare. Un modo facile e immediato per monitorare tutti gli aspetti della sicurezza, nel pieno rispetto dei cittadini. Sono tre le applicazioni proposte, per rispondere a ogni tipo di esigenza.

Pro Person

La prima applicazione si chiama Pro Person ed è ideata per agevolare la gestione del numero delle persone all’interno di un luogo. La webcam su cui è installato il software inquadra il numero di persone presenti nell’ambiente selezionato e, in caso di numero superiore a quello indicato dalle normative di sicurezza, emette un segnale acustico di allarme.

Face Mask

La seconda applicazione di Vision2 prende il nome di Face Mask ed è dedicata alle mascherine. Il suo funzionamento si basa sull’analisi delle immagini riprese dalle webcam installate all’ingresso di negozi e uffici. In caso di persone senza mascherina, al fine di evitare il rischio di contagio, il sistema, anche in questo caso, emette un segnale acustico di allarme.

Concierge

Il terzo pacchetto ha il fine di evitare assembramenti e violazioni della distanza di sicurezza in caso di code di attesa all’esterno di negozi e attività. Concierge, in modo del tutto autonomo, è in grado di calcolare il numero di persone in fila, segnalando i casi di superamento del limite consentito.


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business