Home » News » Investimenti e tecnologia: la ripartenza dell’industria 4.0
Industry News

Investimenti e tecnologia: la ripartenza dell’industria 4.0

Il Competence Center del Piemonte, Cim 4.0, eroga oltre 3 milioni di euro per progetti di ricerca volti all’ottimizzazione dei processi di smart manufacturing. Continuare a investire sulla tecnologia potrebbe essere la soluzione all’emergenza causata dalla pandemia.

Micro, piccole e medie imprese e start-up innovative: questi i soggetti cui si rivolge il secondo bando del Competence Center del Piemonte per l’implementazione delle tecnologie dell’industria 4.0. Il Cim 4.0 erogherà oltre 3 milioni di euro come contributi a fondo perduto con l’obiettivo di favorire la collaborazione tra imprese e implementare i processi di smart manufacturing e smart production. Investimento che si pone come fine l’aumento di competitività della smart factory italiana a livello globale.

Non interrompere i processi di trasformazione digitale già avviati ma, al contrario, investire ulteriormente sulla tecnologia. Potrebbe essere questa la soluzione allo stallo produttivo causato dal diffondersi del Covid-19. Questo il modo per sostenere la ripresa dell’industria italiana e aumentarne la competitività a livello globale.

L’esempio piemontese

Il Cim del Piemonte, per un totale di oltre 3 milioni, andrà a finanziare sotto forma di contributo a fondo perduto fino ad una percentuale massima del 50% dei costi presentati, progetti del valore complessivo superiore ai 7 milioni di euro. Per ogni progetto, si erogherà un contributo massimo pari a 200 mila euro. I progetti candidati sono stati presentati in via telematica, tramite la Piattaforma Integrata Concorsi Atenei del Cineca (Piattaforma Pica).

“La funzione dei Competence Center deve essere quella di orientare e supportare strategicamente le imprese nell’implementazione delle tecnologie per l’Industria 4.0, il tutto con azioni efficaci e tempestive” ha spiegato Enrico Pisino, ceo di Cim 4.0.

L’unione fa la forza

Il diffondersi della pandemia Covid-19 ha messo a dura prova il sistema produttivo italiano. In questo momento di crisi, mantenere lo sguardo rivolto al futuro, continuando a investire nella trasformazione digitale di prodotti e processi, potrebbe essere un modo per superare le difficoltà e ripartire più forti di prima. La pensa così Confindustria, i cui Digital Innovation Hub hanno da poco siglato un accordo con il Sistema Nazionale dei Competence Center per l’implementazione dell’Industria 4.0 italiana.

L’accordo siglato tra gli oltre venti Digital Innovation Hub e gli otto Competence Center ha portato all’elaborazione di un piano d’azione 4.0, basato sulla collaborazione e supportato da importanti investimenti pubblici e privati. Il network dell’innovazione all’italiana ha inoltre il fine di implementare la competitività delle smart factory d’Italia, dando loro la possibilità di ottenere i fondi che la Commissione Europea introdurrà nell’ambito del progetto Digital Europe Programme per il periodo 2021-2027. 

Il parere di Confindustria

L’intenzione di puntare sul futuro della confederazione è confermata dalle parole del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia: “in questa drammatica crisi dell’economia italiana, occorre rivolgere lo sguardo al futuro e alle sfide che attendono le imprese nella fase di ripartenza. Gli investimenti in tecnologie digitali si stanno dimostrando strategici in questa fase di emergenza e saranno un volano per la ripresa e il rilancio dell’economia italiana”.

Concorde anche Elio Catania, presidente del gruppo tecnico Crescita Digitale delle Imprese, secondo cui “l’infrastruttura italiana per l’innovazione 4.0, mettendo insieme le eccellenze del sistema di ricerca e universitario con la capillarità e le competenze del sistema Confindustria, rappresenta un supporto concreto per ridisegnare il sistema industriale del paese”.


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home