Home » News » Formazione e trasformazione digitale, quante imprese hanno un budget dedicato?
Digital solutions News

Formazione e trasformazione digitale, quante imprese hanno un budget dedicato?

Il 26% delle imprese italiane non ha ancora ideato o sviluppato un progetto di formazione online e il 57% sta correndo ai ripari con l’intenzione di attivare il prima possibile un sistema di e-learning

Il lockdown ha accelerato la digitalizzazione della vita delle persone ma anche e soprattutto quella delle aziende. Una situazione diventata molto frequente in questi giorni, che trova delle solide conferme nello smart working e nei processi innovativi con i quali i lavoratori si confrontano ogni giorno, ma che ha bisogno di forti investimenti per affermarsi in modo duraturo.

Non a caso, in Italia, solo un’impresa su due ha allocato budget dedicati a progetti di trasformazione digitale, secondo i dati rilevati dall’ultima ricerca di Fluentify (“People, Process, Place: l’impatto della digitalizzazione e la trasformazione del ruolo degli HR”), azienda che opera nel settore della formazione aziendale, insieme a European School of Economics, business school privata di stampo britannico con una sede a Milano.

L’indagine, che prende in esame il punto di vista degli HR manager, ha rilevato un forte aumento dei processi di digitalizzazione delle aziende a causa dell’emergenza sanitaria, ma le risorse investite in tal senso, secondo il 46% del campione, non sono al passo e questo a causa di una certa difficoltà nel trasformazione della cultura aziendale.

La formazione online customizzata

“È un momento particolare e complesso per il settore delle risorse umane che devono gestire cambiamenti radicali in breve tempo cogliendone le opportunità”, commenta Giacomo Moiso, CEO di Fluentify, definendo il ruolo dell’HR sempre più strategico. Sul fronte della formazione solo il 26% delle imprese, ad oggi, non ha ancora implementato un progetto di online, mentre il 57% si sta attrezzando per adeguarsi alle nuove esigenze del mercato.

Le modalità di lavoro, cambiate in breve tempo dall’emergenza sanitaria, stanno modificando anche il mondo della formazione che deve dimostrarsi al passo con le nuove esigenze di flessibilità e distanziamento. Gli HR ritengono di fondamentale importanza (per il 69% dei partecipanti) la customizzazione del percorso di formazione per andare incontro a flessibilità e personalizzazione nonché (68%) la qualità di docenti e tutor. Importante anche la semplicità di utilizzo delle piattaforme (39%) e la possibilità di utilizzo su larga scala nonché di un unico partner per l’intera impresa.

La formazione linguistica e manageriale

“Il 2021 – sottolinea Donatella Lorato della European School of Economics di Milano – sarà un anno di sfide e di confronto con un cambiamento radicale. Il 55% dei professionisti delle risorse umane vede l’adattamento ai cambiamenti (reskilling) e la crescita delle competenze dei singoli (upskilling) come uno degli aspetti più importanti così come il coinvolgimento dei dipendenti (52%), un fattore sempre più determinante per rendere un contesto fluido e stimolante. Parametri – conclude la Lorato– che dovranno essere monitorati per sviluppare un’offerta formativa che soddisfi le reali esigenze di crescita dell’individuo all’interno dell’organizzazione che rappresenta”.

A tale proposito, la formazione linguistica aziendale già presente in versione “smart” segna un’altra accelerazione verso il digitale confermando un trend già evidente negli ultimi anni. Tra il 72% di coloro che hanno dichiarato di aver implementato un corso di formazione linguistica in azienda, il 58% lo ha fatto sotto forma integralmente online, il 38% in formula blended (mix tra in presenza e digitale) e solo il 7% in presenza. Diversa invece la formazione per i manager: il 20% degli HR ha dichiarato di aver scelto per la formazione del top management corsi in presenza o corsi che integrano una formazione in presenza e una formazione da remoto (28%).


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home