Home » News » I vantaggi degli investimenti nel 5G in Italia e in Europa
Digital solutions News

I vantaggi degli investimenti nel 5G in Italia e in Europa

Si moltiplicano gli studi che cercano di spiegare come investire concretamente nel 5G. Le indicazioni sono tante, ma una cosa spicca su tutti: partire con il piede giusto è fondamentale perché gli investimenti da affrontare sono notevoli, quindi è importante sapersi muovere con cognizione di causa

Il 5G ha già cominciato la sua corsa. Diversi studi ne mettono in risalto le potenzialità di sviluppo in molti settori, per questo motivo, le aziende stanno incominciando a programmare quali tipi di investimenti siano più convenienti.

Le tecnologie 5G possono portare vantaggi per 210 miliardi di euro complessivi, in Europa, a seguito di investimenti per circa 46 miliardi di euro. Sono alcuni dati messi in evidenza dallo studio 5G Action Plan Review for Europe”, condotto da Analysys Mason in collaborazione con Qualcomm Technologies ed Ericsson, dove si mette in risalto proprio il rapporto tra risultati possibili e gli investimenti, sia in ambito commerciale che relativamente agli sforzi pubblici necessari per raggiungere certi obiettivi.

Il 5G in Europa

La ricerca sottolinea come i segmenti di mercato che possono beneficiare degli investimenti in 5G ed allo stesso tempo restituire valore, all’interno di una serie di macroaree chiave, sono diversi come: produzione e logistica intelligenti, gli smart rural (villaggi rurali intelligenti), gli smart urban (non solo le smart city ma anche le aree suburbane smart) e i servizi pubblici intelligenti.

Lo studio si concentra anche su una serie di possibili casi d’uso per il 5G, al di là di quelli che sono i servizi avanzati a banda larga mobile (eMbb) destinati ai consumatori che molti operatori di rete mobile (Mno) europei hanno già lanciato facendo leva sugli “upgrade” alle reti 4G.

I costi e i benefici associati derivanti dall’utilizzo del 5G, nelle nuove modalità di uso, sono calcolati con riferimento alle reti 5G che si presume saranno implementate in diversi mercati europei a partire dal 2025.

Costi e vantaggi del 5G in Italia

Sono però i dati del rapporto tra investimenti e benefici per ogni Paese analizzato ad offrire degli interessanti punti di riflessione.

Per esempio l’Italia, a fronte di investimenti per oltre 6,6 miliardi di euro registra benefici per circa 14 miliardi in un rapporto favorevole (benefici economici al netto dei costi) pari a 2,2, che vale 7,6 miliardi di euro; un risultato minore rispetto a quello degli altri Paesi, ma questo è da considerare, come sottolineano gli analisti, anche in relazione ai centri urbani particolarmente diffusi. I maggiori vantaggi economici saranno legati ai cluster smart rural (6.922 milioni di euro) e smart production and logistics (5.489 milioni di euro), ma è il cluster smart public services con 5,7 miliardi in cui si prevede il miglior rapporto costi-benefici.

A livello finanziario, per ogni euro investito nei settori sanità, istruzione, turismo e digitalizzazione di edifici della PA, sono previsti circa 6 euro di benefici economici.

A proposito dei dati italiani questo è il commento di Emanuele Iannetti, amministratore delegato di Ericsson in Italia, che spiega: “Da questo studio emerge chiaramente come il 5G sia un’importante piattaforma di open innovation, determinante per sostenere una ripresa economica inclusiva e accelerare la trasformazione digitale delle industrie e della pubblica amministrazione, così come previsto dal Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza. Poiché l’Europa e l’Italia stanno definendo ora i piani per rilanciare l’economia, è importante destinare adeguate nuove risorse per lo sviluppo del 5G e facilitarne la rapida implementazione e adozione. Non possiamo lasciarci sfuggire l’importante effetto moltiplicatore generato dagli investimenti nel 5G“.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home