Home » News » Non solo cybersecurity: quali sono i principali rischi percepiti dalle aziende in Italia
Digital solutions News

Non solo cybersecurity: quali sono i principali rischi percepiti dalle aziende in Italia

cybersecurity rischi

La pandemia continua a far paura e, a livello globale, anche le aziende sono costrette a ipotizzare nuovi scenari e azioni per la loro stessa sopravvivenza.

Il rapporto Allianz Risk Barometer

Interruzione delle attività, cybersecurity e Coronavirus rientrano ai primi posti nella lista dei rischi che le società (in Italia così come nel resto del mondo) percepiscono come peggiori per il 2021: i numeri parlano chiaro e i dati che emergono dal 10º rapporto Allianz Risk Barometer non sono certo confortanti per le aziende.

Nello specifico, il sondaggio è stato realizzato dalla Allianz Global Corporate & Specialist grazie alla rilevazione di opinioni e pareri di ben 2.769 esperti, tutti provenienti da 92 Paesi differenti, grazie ai quali si è composto un vero e proprio puzzle della percezione dei rischi” a livello mondiale, inaugurata proprio con il 2021.

Sulla classifica del Barometro ha influito particolarmente l’effetto domino innescato dal Covid-19 e, non a caso, sul “podio” ritroviamo un trittico di rischi legato proprio a questa situazione.

Non solo Business Interruption

Se l’interruzione di attività è in testa al sondaggio con il 41% , la pandemia, gli incidenti informatici e la tematica della cybersicurity rilevano un 40% che dimostra una forte interconnessione tra questi rischi, situazione che obbliga le aziende a prepararsi anche a eventuali interruzioni del Cloud così come ad attacchi informatici potenti.

Quindi, se la Business Interruption è quella che certamente fa più paura accanto alla pandemia e alla cybersicurity, dalle aziende vengono percepiti come possibili rischi anche quelli legati ai cambiamenti climatici, alle oscillazioni dei mercati, così come quelli che riguardano i già precari equilibri politici e la conseguente crisi economica che nel 2021 continuerà a dare filo da torcere anche per le influenze che eserciterà sulle supply chain e proprio sulla Business Interruption di molte aziende che operano nel campo commerciale.

Ad aggravare i rischi legati all’interruzione dell’attività e alla cybersicurity, naturalmente, c’è stata anche la necessità di una maggiore digitalizzazione che ha favorito il lavoro a distanza con l’applicazione di tutta una serie di tecnologie irrinunciabili, dato il momento storico. Ecco perché, gli incidenti informatici balzano al terzo posto della classifica del sondaggio in molti Paesi, tra i quali anche l’Italia e rischiano di creare danni enormi, anche perché si stanno diffondendo sempre di più attacchi legati anche a richieste di estorsione nei confronti – soprattutto – delle grandi aziende.

Ma l’Allianz Risk Barometer rivela che la percezione dei rischi è legata anche alla paura di eventuali catastrofi naturali, incendi ed esplosioni (ognuno dei quali si attesta al 30%).

L’andamento del mercato, invece, si piazza al quarto posto con il 19%, valore in crescita rispetto al passato. I rischi percepiti sono per lo più collegati al possibile incremento dei tassi di insolvenza che rischieranno di crescere a dismisura proprio nel 2021.

Focus Italia: la classifica dei rischi

Nello stivale, per la prima volta, sono gli incidenti informatici a svettare in cima alla classifica dei rischi maggiormente temuti anche (e in particolare) dalle aziende a livello locale. Passano, infatti, rispettivamente al secondo e al terzo posto , invece, la Business Interruption e la paura legata alla diffusione della pandemia.

Certo è che davanti a questa situazione sono tante che le aziende che, anche in Italia e negli altri Paesi , hanno risposto con grande capacità di resilienza e hanno puntato sulla riduzione dei rischi nelle proprie supply chain. Ma le aziende hanno risposto anche con l’ottimizzazione dei propri business plan, così come con contratti alternativi con diversi fornitori, con l’impiego di nuove tecnologie e una serie di altre strategie importanti per la loro sopravvivenza.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home