Home » News » Fabbriche sempre più smart grazie all’IIoT
Industry 4.0 News

Fabbriche sempre più smart grazie all’IIoT

fabbriche smart iiot

Una fabbrica 4.0 competitiva, efficiente e sostenibile. In una parola, smart. Questo l’obiettivo che il settore manifatturiero si pone basandosi su tecnologie, software e componenti hardware che devono essere in grado di integrarsi tra loro per generare dati e informazioni utili allo scopo. Come? Grazie al mix di IoT e Industrial IoT (IIoT)

IoT e IIoT (Internet of Things e Industrial Internet of Things), due acronimi che il mondo delle fabbriche sta imparando a conoscere sempre meglio. Il secondo è l’evoluzione del primo e identifica nuove soluzioni tecnologiche capaci di connettere tra loro le macchine intelligenti e sviluppare dati fondamentali per l’intero processo aziendale.

Parliamo, per esempio, dei microsensori ambientali o dei cobot (robot collaborativi industriali). Il tutto nell’ottica di una rivoluzione industriale che ha come protagonista una fabbrica interconnessa, smart, capace di comunicare, analizzare e impiegare le informazioni per supportare le azioni necessarie.

Tanti i vantaggi dell’IIoT per la fabbrica smart

Il principale beneficio che deriva dall’utilizzo dei sistemi IIoT è legato alla disponibilità di una quantità di dati che può rivelarsi decisiva. Un esempio su tutti, la possibilità di associarsi alle interfacce di controllo e cloud per l’archiviazione.

In questo modo, la migliore gestione dei dati contribuisce ad accelerare il processo decisionale, fattore essenziale per guadagnare tempo e risparmiare risorse economiche.

Esempi di applicazione in fabbrica

Prendiamo il caso dei sensori combinati ai sistemi di automazione. Il punto di forza di queste nuove tecnologie è la capacità di modificare e dare vita a processi più coerenti, che a loro volta portano a un prodotto finale di qualità superiore. Consideriamo poi l’integrazione delle informazioni di processo con i sistemi ERP (Enterprise Resource Planning). Una migliore pianificazione determina un uso efficiente della capacità produttiva e una maggiore puntualità nelle consegne.

Un’altra applicazione, sempre più strategica nelle imprese di produzione, è legata alle attività di manutenzione preventiva e predittiva. Verificando le condizioni di utilizzo delle macchine, prima che possano verificarsi danni significativi, questi sensori permettono l’identificazione precisa di una situazione potenzialmente critica e il conseguente intervento per porvi rimedio. Il che si traduce in una riduzione dei tempi di fermo e una migliore efficienza.

Ancora, possiamo citare il contributo del digital twin. Si tratta di un profilo digitale che ricostruisce il comportamento storico e quello attuale di un oggetto o processo fisico. I digital twin possono modellare macchinari e processi complicati, comprese le loro interazioni con l’ambiente, al fine di prevedere comportamenti e risultati durante l’intero ciclo di vita. Un’interazione tra sistemi digitali di fabbrica e software che crea, in tempo reale, connessioni tra il mondo fisico e quello digitale. Non solo durante i cicli di sviluppo, ma anche in fase di commercializzazione.

Il futuro della fabbrica si chiama IIoT

Se, come sottolineato da molti esperti, entro il 2025 più del 50% dei dati in tutto il mondo sarà generato dall’IoT, lo scenario è abbastanza chiaro. Il futuro sarà caratterizzato da un microcosmo di dispositivi collegati da tecnologie di comunicazione che permetteranno di monitorare, raccogliere, scambiare, analizzare e fornire nuove e cruciali informazioni.

I livelli di efficienza, produttività e prestazioni daranno a loro volta un nuovo impulso allo sviluppo di inedite strategie aziendali. Il primo e più immediato settore applicativo è quello delle telecomunicazioni, già da qualche anno in fermento sotto la spinta dell’Intelligenza Artificiale e del 5G. Proprio il 5G aprirà nuovi e importanti scenari nell’applicazioni di sensori IoT e IIoT. Sensori che produrranno immensi volumi di dati tra cui video, immagini, clip audio. L’Intelligenza Artificiale e la Realtà Aumentata saranno due fattori trainanti per gestire questi flussi che dovranno essere analizzati molto più rapidamente.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home