Home » News » Retail, come gestire con successo un ambiente multi-cloud
News Retail

Retail, come gestire con successo un ambiente multi-cloud

retail multi cloud

Per alcune aziende del settore Retail, lavorare in un ambiente multi-cloud è una scelta voluta. Per altre è invece una casualità, conseguenza diretta della scelta di utilizzare più servizi offerti da diversi fornitori. In entrambi i casi è fondamentale mantenere un’ottima digital hygiene

I più grandi fornitori di servizi in cloud moltiplicano e migliorano costantemente la loro offerta per attirare nuovi clienti e soddisfarne le diverse esigenze. Il cloud, d’altra parte, potrebbe essere la chiave per la ripresa del settore Retail.

Le aziende del settore, talvolta, scelgono i servizi senza badare troppo al cloud del fornitore. In questo caso, in maniera accidentale o addirittura involontaria, si creano un ambiente multi-cloud.

Molto più spesso, il multi-cloud è una scelta consapevole dettata dall’analisi rischi benefici.

L’ambiente multi-cloud è in crescita nel post pandemia

Tutte le aziende che hanno vissuto il ricorso al digitale come un’emergenza stanno oggi valutando la strada migliore per inserire il nuovo approccio in una strategia organica e a lungo termine.

L’emergenza ha velocizzato il cambiamento e spesso le aziende che hanno preso decisioni in breve tempo per sopravvivere rientrano nel gruppo di chi, adesso, si trova in maniera accidentale ad aver a che fare con un ambiente multi-cloud.

Nello stesso gruppo rientra chi è passato tra fusioni, acquisizioni, scissioni e rimescolamenti societari e nella dirigenza.

Sono proprio queste le aziende che, durante la transizione digitale, non hanno implementato parallelamente una corretta strategia di Cloud Data Management, cosa che invece hanno impostato le aziende che hanno scelto consapevolmente il multi-cloud.

L’importanza di una corretta digital-hygiene nelle aziende del settore Retail

Delegare tutto a un responsabile IT non è più possibile. Un passaggio fondamentale per assicurare una corretta digital-hygiene nella gestione dell’ambiente multi-cloud è la formazione dei dipendenti in azienda.

Si rende necessaria una nuova consapevolezza nella gestione della cyber security, già dal primissimo passo: la corretta creazione e manutenzione di ogni singola password.

Spesso i cloud sono scritti in linguaggi diversi e non comunicano tra loro. Una profonda conoscenza di ogni linguaggio è pressoché impossibile da trasferire a ogni singolo dipendente. Tuttavia, questi devono essere formati per riconoscere eventuali tentativi di phishing, per gestire e archiviare correttamente in dati sulle diverse piattaforme, per riconoscere eventuali problematiche e riportarle al responsabile IT con esperienza.

Il multi-cloud potrebbe infatti rendere più vulnerabili le aziende che non si strutturano con una corretta digital-hygiene.

La gestione e, conseguentemente, la protezione dei dati ospitati su diverse piattaforme cloud pubbliche deve rientrare a tutti gli effetti in un protocollo aziendale dedicato alla cyber security che sia condivo da tutti gli operatori dell’azienda del Retail.

Il primo step nel protocollo dovrebbe riguardare la consapevolezza, soprattutto per le aziende che si trovano nel multi-cloud non per scelta. Il reparto IT ha la formazione adatta per ogni cloud? Ne conosce nel dettaglio le caratteristiche?

In secondo luogo, bisogna ridefinire ruoli e responsabilità e quindi organizzare una corretta formazione di base di tutto il personale che ha a che fare con il digital.

Solo in questo modo il protocollo condiviso permetterà di sfruttare al meglio tutte le potenzialità del multi-cloud senza i rischi che questo può comportare.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home