Home » News » Come rendere sostenibili i data center
Digital solutions News

Come rendere sostenibili i data center

data center sostenibili

All’industria è oggi richiesto di trasformare il proprio modus operandi in un’ottica di sostenibilità. Anche ai data center, dunque, spetta il compito di rendere il proprio lavoro più “green”. Ecco come

L’unico progresso è quello sostenibile. A tutti gli attori dell’Industria 4.0 è oggi richiesto, tanto dai clienti, quanto dalle istituzioni, una rivoluzione che non sia solo digitale ma anche ecologica. Non a caso, il 57% degli oltre 800 vendor data center intervistati in tutto il mondo da 451 Research considera la sostenibilità come un elemento di differenziazione competitivo e vede come un fattore trainante le aspettative dei clienti a riguardo. È minore, tuttavia, la percentuale di colore che hanno già avviato iniziative strategiche di sostenibilità (43%). La maggior parte dei forniti di data center, dunque, non ha ancora un piano per la sostenibilità.

5 step per un data center sostenibile

Ecco allora cinque passaggi per rendere sostenibili i data center, tratti dalla presentazione dal titolo “When There is No Plan B, A Framework for Achieving Sustainability in Data Center”, illustrata in occasione dell’evento Towards Net-Zero organizzato da DCD.

1. Avere una strategia

Tutto parte da una strategia, con obiettivi chiari e distribuiti nella giusta scala di priorità. Strategia cui si può giungere solo attraverso una cooperazione tra diversi team e settori e abbastanza valida da ottenere la sponsorizzazione e la leadership della dirigenza.

2. Investire nelle giuste tecnologie

Fondamentale è investire nelle giuste tecnologie, quelle cioè in grado di migliorare l’efficienza energetica e, al contempo, ridurre l’impronta di carbonio del settore IT e delle sue infrastrutture. Ad esempio, in quadri elettrici senza uso di gas esafluoruri o con raffreddamento a liquido. Restando all’interno di una logica circolare, in cui ogni componente è progettato fin dal principio per essere, una volta giusto a fine vita, rigenerato e reimmesso nel sistema.

3. Monitorare

Non si può gestire ciò che non si misura. È dunque d’obbligo monitorare l’utilizzo di energia e confrontare le prestazioni delle operation, implementare dashboard delle risorse per monitorare l’impronta di carbonio e utilizzare i dati forniti dalla manutenzione predittiva per massimizzare la durata delle installazioni.

4. Utilizzare energia rinnovabile

Anche l’energia utilizzata deve essere sostenibile, quindi derivata da fonti di energia rinnovabile come i pannelli solari. Sia quando generata in loco sia se acquistata offisite. I certificati di attribuzione energetica sono uno dei modi più semplici ed immediati per compensare la propria impronta di carbonio.

5. Decarbonizzare

La sostenibilità va ricercata in ogni step del ciclo di vita del prodotto. L’intera catena di approvvigionamento va decarbonizzata. Attraverso l’utilizzo di fornitori che adottino l’economia circolare progettando secondo principi di circolarità e offrano un PEP (profilo ambientale del prodotto) e un EPD (dichiarazione ambientale di prodotto) con informazioni chiare e trasparenti.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home