Home » News » Cybersecurity, quali minacce all’Industria 4.0: i dati
Industry 4.0 News

Cybersecurity, quali minacce all’Industria 4.0: i dati

cybersecurity minacce industria 4.0

Esaminiamo i dati della ricerca di Trend Micro con focus sulla Cybersecurity e le minacce all’Industria 4.0. Lo studio riporta che il 61% delle aziende manifatturiere è stato vittima di un attacco informatico e si è attivato per dotarsi della tecnologia necessaria per prevenire e contrastare i rischi in modo efficace.

Il report di Trend Micro denominato “The State of Industrial Cybersecurity: Converging IT and OT with People, Process, and Technology” ha rivelato altri dati interessanti per meglio comprendere qual è, ad oggi, la situazione nell’Industry 4.0 in termini di cybersicurezza.

La ricerca Trend Micro: i dati

In merito alle minacce che interessano l’Industria 4.0, dalla ricerca Trend Micro emergono dati interessanti e preoccupanti.

Il 75% delle aziende manifatturiere bersaglio di attacchi cyber ha dovuto fronteggiare un blocco della produzione. Per il 43% di queste aziende vittime di attacchi informatici, l’interruzione produttiva è durata oltre 4 giorni.

Il rapporto Trend Micro rivela, come accennato inizialmente, che il 61% delle aziende manifatturiere coinvolte in attacchi cyber lotta per mettere a punto una tecnologia efficace allo scopo di gestire i rischi.

Quali sono gli elementi fondamentali da implementare nell’ambito della cybersecurity?

Secondo i risultati dello studio Trend Micro, per il 78% del campione la sfida maggiore è rappresentata dalla tecnologia. Seguono le persone (68%) e i processi (67%).

Nonostante la volontà di contrastare le minacce, meno della metà delle aziende interpellate dichiara di aver intrapreso un percorso tecnologico al fine di migliorare la cybersicurezza.

Le misure di cybersecurity meno implementate (in quanto tecnicamente risultano le più critiche da adottare) sono sostanzialmente due:

  • le capacità di asset visualization (40%);
  • le capacità di segmentazione (39%).

Attacchi informatici: come si organizza l’Industria 4.0

Le aziende più inclini a implementare misure di cybersecurity rispetto ad altre risultano essere quelle con un alto grado di collaborazione IT-OT. Ciò si riflette chiaramente nei dati riferiti all’uso di firewall (66% contro il 47%), capacità IPS (62% contro il 46%) o segmentazione della rete (54% contro il 37%).

Alcune aziende hanno nominato un CSO (Chief Security Officer).

Nel mondo, le aziende manifatturiere stanno moltiplicando gli sforzi di digital transformation per migliorare notevolmente le proprie smart factory. Manca, però, una piena consapevolezza della sicurezza negli ambienti OT e le divergenze con le conoscenze IT creano uno squilibrio tra processi, tecnologie e persone. Tutto questo porta un vantaggio ai cybercriminali.

Considerando questo squilibrio, Trend Micro offre una soluzione integrata di intelligence IT e OT per garantire una maggiore visibilità sull’infrastruttura e un maggior controllo.

Cybersecurity nell’Industria 4.0: le raccomandazioni

Per mettere in sicurezza le Smart Factory, Trend Micro raccomanda di:

  • prevenire: ridurre i rischi di intrusione nei punti critici di scambio dei dati come la rete o le aree DMZ. I rischi possono includere laptop esterni, chiavette USB o gateway IoT;
  • rilevare: individuare comportamenti anomali nella rete come, ad esempio, tentativi multipli e falliti di log-in o comunicazioni C&C. Riuscire a rilevare l’attacco in anticipo significa bloccare la minaccia con il minimo impatto;
  • persistere: insistere sulla protezione delle smart factory da qualsiasi minaccia sfuggita alla prevenzione e rilevamento. Trend Micro TXOne Network offre soluzioni progettate per gli ambienti OT, per la sicurezza delle reti e degli endpoint industriali.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home