Home » News » Industry 4.0 » Industria Intelligente: le tecnologie che la realizzano al meglio
Industry 4.0 News

Industria Intelligente: le tecnologie che la realizzano al meglio

MES, IoT, realtà aumentata… tanti i modi attraverso i quali l’innovazione tecnologica sta cambiando il modo di fare fabbrica. Con un obiettivo ambizioso, ma tutt’altro che impossibile: aumentare la produttività diminuendo gli sprechi.

Da una decina di anni il mondo industriale sta vivendo una vera e propria rivoluzione: la transizione dal tradizionale concetto di fabbrica all’idea di fabbrica intelligente (Smart Factory). Fabbrica 4.0, per l’appunto: figlia della quarta rivoluzione industriale della storia dell’umanità, una visione del futuro dell’industria in cui la produzione è totalmente automatizzata e interconnessa. Rispetto a quelle che l’hanno preceduta, questa rivoluzione ha come fulcro l’impiego di soluzioni tecnologiche (dette ‘tecnologie abilitanti’) in grado di dotare le varie fasi produttive di un collegamento veloce e diretto fra tutti gli asset aziendali. 

Le strategie più efficaci

Stiamo parlando di tecnologie che offrono una grande opportunità di crescita e cambieranno radicalmente gli scenari produttivi, ma quali sono queste tecnologie abilitanti? Spaziano dalla manifattura additiva (la stampa 3D) alla possibilità di simulazione di nuovi processi, dal Cloud (la gestione di numerosi dati direttamente in rete) all’integrazione orizzontale-verticale che mette in comunicazione l’intera supply chain, dal produttore al consumatore, fino alla capacità di analizzare grandi flussi di dati (Big Data). Tante e sempre più performanti applicazioni che puntano a una maggiore flessibilità (tramite la produzione di piccoli lotti ai costi della grande scala); velocità delle varie fasi, dalla prototipazione al prodotto finale; produttività (grazie a tempi di set-up più snelli e alla riduzione degli errori e dei fermi macchina). 

Ma vediamo più nel dettaglio alcuni esempi.

MES (Manufacturing Execution System)

Software creato per la gestione della produzione, monitora in tempo reale i reparti e l’intera filiera; organizza e regola i cicli di lavoro, riducendo gli errori; limita notevolmente l’utilizzo di documenti cartacei e di registrazioni manuali dei dati; fornisce informazioni dettagliate su fasi e tempi di lavorazione; permette di interfacciare e connettere macchine e impianti industriali automatizzando parte dei processi manuali.

IoT (Internet of Things)

L’Internet delle Cose attraverso l’elettronica e l’IT di mettere in rete gli oggetti, alla stregua di quello che fanno Personal Computer e smartphone con le persone. In sintesi: i benefici dell’uso di Internet applicati ai più disparati ambiti lavorativi, non da ultimo il settore industriale. Si tratta dunque di un insieme di tecnologie che permettono di collegare la rete a qualunque tipo di dispositivo con lo scopo di monitorare, controllare e veicolare informazioni per migliorarne ed ottimizzarne il funzionamento.

Realtà aumentata

Dispositivi indossabili grazie ai quali aumentare, appunto, la percezione della realtà. Un esempio concreto? In caso di guasto di un macchinario l’addetto non ricorrerà più al manuale di istruzioni, ma si servirà di un visore: grazie alla proiezione virtuale delle informazioni sarà in grado di individuare il difetto e capire in che modo intervenire. Attraverso la realtà aumentata le aziende avranno la possibilità di rendere i processi produttivi più veloci, efficienti e sicuri. 

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home