Home » News » Industry 4.0 » L’utilità di avere un Chief Data Officer in azienda
Industry 4.0 News

L’utilità di avere un Chief Data Officer in azienda

data

In azienda il Chief Data Officer è una figura professionale con competenze interdisciplinari che ha il compito di definire e governare la strategia di valorizzazione dei dati, in modo tale da supportare efficacemente il raggiungimento degli obiettivi di business.

Solo meno di 2 aziende su 10 affermano di avere un Chief Data Officer (CDO), il quale è un dirigente senior responsabile della raccolta e dell’elaborazione intelligente dei dati destinato ai dipendenti dell’azienda.

Dallo studio promosso da Denodo (fornitore attivo nell’offerta di soluzione per la data virtualization) risulta un quadro che mostra una governance dei dati non completamente strutturata, senza responsabilità chiare e condivise all’interno delle organizzazioni.

Lo studio condotto da Denodo in collaborazione con IKN Italy è stato realizzato su un campione rappresentativo di oltre 100 aziende italiane.

Dalla ricerca è emerso che nella maggior parte dei casi la persona preposta alla funzione di data governance è svolta da figure senza una formazione specifica: tra queste emergono quelle del Chief Information Officer (26% del campione totale), considerata la più affine al ruolo, e del Chief Architect (3%).

Chief Data Officer: 2 aziende su 10 hanno questa figura apicale nell’organigramma

Solo meno di 2 aziende su 10 affermano di avere nel proprio organico un vero e proprio Chief Data Officer. Ne risulta che nella maggior parte dei casi manca una funzione senza responsabilità chiare e condivise all’interno delle organizzazioni.

Sarebbe necessario avere una figura apicale capace di occuparsi di data governance, che può aiutare le aziende a perseguire diversi obiettivi:

  • integrare in modo più agile tutte le informazioni distribuite nei diversi sistemi al fine di migliorarne l’accesso e l’utilizzo (18%);
  • facilitare la delivery delle informazioni e sostenere il loro uso con un approccio Self-Service (19%);
  • riuscire a prendere decisioni sempre più accurate grazie a un’elevata qualità dei dati (19%).

Dalla ricerca di Denodo è emersa una generale insoddisfazione, che conferma una contrapposizione tra il business e l’IT. La mission di Denodo è far sì che le aziende possano concentrarsi sui loro obiettivi di business e su come generare maggior valore per i vari stakeholders.

Che cos’è un Chief Data Officer?

Un Chief Data Officer (CDO) svolge una serie di funzioni relative ai dati per garantire che l’organizzazione stia ottenendo il massimo da quella che potrebbe essere la sua risorsa più preziosa.

Il Chief Data Officer è un dirigente senior responsabile dell’utilizzo e della governance dei dati in tutta l’organizzazione.

Mentre il titolo di Chief Data Officer è spesso abbreviato in CDO, il ruolo non deve essere confuso con quello di Chief Digital Officer, che viene anche spesso indicato come CDO.

“Il Chief Data Officer è la persona senior, con un focus aziendale, che comprende la strategia e la direzione del business, ma il loro obiettivo è su come sostenerlo con i dati”, afferma Caroline Carruthers, direttore della società di consulenza Carruthers e Jackson, ex Chief Data Officer di Network Rail.

Le responsabilità del Chief Data Officer includono:

  • Governance: consulenza, monitoraggio e gestione dei dati aziendali;
  • Operazioni: abilitazione dell’usabilità, della disponibilità e dell’efficienza dei dati;
  • Innovazione: promuovere l’innovazione della trasformazione digitale aziendale, la riduzione dei costi e la generazione di entrate;
  • Analisi: supporto di analisi e report su prodotti, clienti, operazioni e mercati.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home