Home » News » Industry 4.0 » Manufacturing 4.0: le figure professionali del futuro
Industry 4.0 Risorse

Manufacturing 4.0: le figure professionali del futuro

figure professionali del futuro

In che modo cambieranno i ruoli e le competenze richieste nei prossimi anni nell’ambito del Manufacturing? E quali nuove figure professionali si affacceranno sul mondo del lavoro? Cerchiamo di sintetizzare i possibili scenari che caratterizzeranno il futuro dell’Industria 4.0 partendo dallo studio dal titolo “Star Matrix – Manufacturing 4.0” svolto da Gi Group

L’indagine recentemente condotta da Gi Group Divisione Manufacturing 4.0 in collaborazione con ODM Consulting e presentata in occasione dell’ultimo World Manufacturing Week ha coinvolto un gruppo selezionato di 16 aziende di spicco appartenenti al settore.

A queste realtà sono state poste domande volte a capire quali sono i ruoli che in futuro prenderanno maggiormente piede e quali invece saranno in declino o si manterranno stabili. Ancora, quali competenze verranno richieste da un mercato del lavoro sempre più attento a nuovi modelli organizzativi, operativi e di business. Lo studio, in pratica, ha permesso di fare chiarezza sulle figure professionali emergenti e sulle caratteristiche necessarie per favorire l’evoluzione dell’Industria 4.0. Vediamo dunque le più significative riflessioni emerse.

Le figure professionali che salgono

Sono 121 i ruoli presi in considerazione complessivamente dalla ricerca “Star Matrix – Manufacturing 4.0”. Di questi, il 31% registrerà una crescita nel prossimo futuro, a fronte di un 49% che resterà stabile, mentre il 20% subirà un declino. Tra le figure professionali per cui si prevede una crescita di rilevanza strategica nel breve-medio periodo segnaliamo quelle di stampo ingegneristico. Ossia profili con un percorso di studi ben definito: laurea magistrale in Ingegneria Meccanica/Elettrica/Elettronica/Gestionale. Le skills richieste sono decisamente specifiche, così come specifiche sono le figure che al termine del percorso universitario entreranno nel mondo del lavoro: Responsabile Ingegneria, Ingegnere Ufficio Simulazioni, Ingegnere Ufficio Standard, Solution Design Engineer e Ingegnere Elettronico.

Sulla base dell’analisi condotta possiamo quindi affermare che le professioni che cresceranno maggiormente riguardano le funzioni Ricerca e Sviluppo (73%), Ingegneria (57%) e Programmazione Macchine (50%).

Emerge inoltre la richiesta di figure fortemente qualificate in ambito ICT, così come nella creazione di modelli previsionali e predittivi e nell’ottimizzazione dei processi. Parliamo pertanto di figure come il Project Manager, specialisti in sistemi IoT, Innovatore Processi e Data Scientist.

… e quelle che scendono

Ben diverso è lo scenario previsto per il futuro di comparti quali Assemblaggio (50%), Logistica (38%) e Produzione (28%), che vedranno un calo di importanza soprattutto a causa dell’automazione o dell’esternalizzazione delle attività che gli operatori svolgono in questi ambiti.

Fondamentale per far fronte a questo cambiamento è investire in formazione aziendale volta ad affiancare alle competenze squisitamente tecniche una serie di ‘soft skills’. L’obiettivo sarà quello di sviluppare capacità di movimento in spazi cyber fisici, di progettazione e lavoro per obiettivi, ma anche spirito imprenditoriale e apertura mentale al cambiamento e alla transizione, così come capacità decisionale, autonomia organizzativa e “problem solving”.

Un’Industria 4.0 imprescindibile dal fattore umano

Se lo studio evidenzia in generale un panorama in costante mutamento, in cui le complessità aumentano di pari passo con la necessità di trovare risposte e soluzioni veloci, è altresì evidente come emerga una consapevolezza che per molti versi è una conferma.

Ci riferiamo all’importanza del capitale umano, alla centralità delle capacità e competenze del singolo che, come ha dichiarato Rossella Riccò – Senior HR Consultant e Responsabile Area Studi e Ricerche di ODM Consulting – “stanno diventando il driver fondamentale su cui le aziende italiane giocheranno la partita della competitività”.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home