Home » News » Industry 4.0 » Il ruolo fondamentale della Supply Chain nell’Industria 4.0
Industry 4.0 News

Il ruolo fondamentale della Supply Chain nell’Industria 4.0

intelligenza artificiale supply chain

È ormai risaputo che l’avvento dell’Industria 4.0 ha gettato le basi per nuovi modelli organizzativi. Dando vita al contempo a professionalità nuove e determinando l’adozione di tecnologie digitali all’avanguardia. Se dunque il mercato muta costantemente, una Supply Chain ottimizzata e “intelligente” consente di gestire in modo efficiente il rapporto con gli stakeholder

Stiamo vivendo un momento storico in cui i modelli di business sono in continua trasformazione. Un’evoluzione che alza il livello di complessità nella gestione delle aziende e della relativa Supply Chain.

Che si tratti di vendita all‘ingrosso, al dettaglio piuttosto che di e-commerce, l’eterogeneità dei canali distributivi non facilita il controllo e il monitoraggio standardizzato della domanda dei clienti. D’altro canto, la diversificazione dell’offerta è in costante aumento. Va da sé che, rispetto al passato, oggi risulti decisamente più complesso valutare e intercettare la domanda dei propri clienti.

Il Demand Planning per la Supply Chain

Avere a disposizione in qualsiasi momento la merce giusta, nelle quantità corrette, in tempi brevi e nel posto giusto. Questo è ormai il must dell’Industria 4.0.

Il Demand Planning basato sul forecast sta dunque diventando il punto di partenza imprescindibile per pianificare l’operatività aziendale. Sono ancora tante, però, le realtà in cui la pianificazione delle vendite, quella della produzione, della logistica e quella finanziaria non sono ancora sistematicamente interconnesse. Si continua, cioè, a fare affidamento solo sul fattore umano e sull’interscambio personale.

Un atteggiamento che, considerando la complessità che caratterizza la Supply Chain attuale, non è più auspicabile. Un simile tipo di gestione, infatti, non può che avere un impatto negativo sull’efficienza aziendale, sulla buona riuscita dei canali distributivi e sulla soddisfazione del cliente finale. Senza contare gli effetti deleteri in termini di sostenibilità, spreco e impatto ambientale.

Cosa possono fare dunque le aziende per essere all’altezza delle trasformazioni in atto? E come possono fare in modo che la gestione della catena di distribuzione diventi un processo unico, interconnesso? La risposta sta tutta nelle tecnologie 4.0.

L’Intelligenza Artificiale come fulcro della Supply Chain

In ognuno degli step di sviluppo della catena del valore è possibile applicare l’Intelligenza Artificiale. Dal concept di base al design, dalla scelta dei materiali alla produzione, fino alla logistica e alla vendita al dettaglio.

Prendiamo, per esempio il settore del machinery. L’interazione tra intelligenza umana e intelligenza delle macchine è in questo caso capace di rendere sistematici determinati processi, consentendo di prevedere in modo più preciso e puntuale la domanda del mercato. Ma non solo. È anche possibile anticipare l’ordine di un certo tipo di componenti indispensabili per l’assemblaggio dei prodotti finali richiesti. Evitando in questo modo fasi di stallo nel processo di produzione e conseguenti ritardi nelle consegne.

Il contributo che l’Intelligenza Artificiale può dare nell’ambito della Supply Chain si concretizza in una serie di innegabili miglioramenti: la velocizzazione e l’aumento di scala dei processi, la gestione di quantità di dati che gli operatori in carne ed ossa non sono in grado di governare totalmente, la possibilità di offrire ai consumatori inediti modi di vivere l’esperienza della vendita al dettaglio.

Abbiamo poi accennato prima alle ripercussioni positive in termini di sostenibilità ambientale. Minimizzare gli scarti e le rimanenze di magazzino con una produzione il più precisa possibile, diminuisce le emissioni di CO2 durante i processi di fabbrica. Inoltre, cala anche lo spreco di materiali che verrebbero dispersi nell’ambiente e andrebbero ad aumentare la già notevole quantità di rifiuti da avviare allo smaltimento e al riciclo.

A beneficiare dell’Intelligenza Artificiale applicata alla Supply Chain in ambito Industria 4.0 anche la logistica e la movimentazione delle merci. Organizzare il trasporto secondo una gestione puntuale e precisa, evita spedizioni e spostamenti inutili. Un’ottica green è dunque ormai imprescindibile e si traduce in una maggiore reddittività e in un business più forte, energico e florido.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home