Home » News » Industry 4.0 » I trend del networking industriale
Industry 4.0 News

I trend del networking industriale

networking industriale

La digitalizzazione industriale è un settore in forte crescita. Ridurre le tempistiche dei processi, rendere più efficace l’analisi di macchinari e sistemi, ottenere un accesso remoto per la diagnostica sono solo alcuni dei vantaggi prodotti da questo passaggio.

Le tecnologie necessarie per arrivare alla completa digitalizzazione aziendale sono diverse; senza dubbio la più importante è costituita dalle reti industriali.

Grazie alle reti industriali è possibile ottenere connettività e trasmissione dati, elementi imprescindibili per la digitalizzazione industriale. Uno dei più importanti esperti del settore è senza dubbio Paul Didier. Si tratta dell’ architetto di soluzioni IoT (Internet of Things) di Cisco. Didier ha individuato nuovi elementi chiave verso cui è necessario tendere per raggiungere la digitalizzazione aziendale.

Le tendenze chiave della digitalizzazione aziendale

Il primo punto alla base della nuova digitalizzazione aziendale individuato da Didier consiste nel passaggio dalle reti in silos o end-to-end, gestite manualmente, a reti automatizzate, basate su controller.

La grande differenza tra queste due tipologie di reti risiede nel fatto che le ultime possano allinearsi in modo continuo e costante alle esigenze aziendali, rispettandone le dinamiche e i flussi in ogni reparto.

Per raggiungere questi obiettivi, Paul Didier ha affermato che la digitalizzazione aziendale di nuova generazione debba necessariamente aderire ad alcuni requisiti fondamentali:

  • aumentare la larghezza di banda, questo consente alla rete di ospitare video, mezzi con guida automatizzata, macchinari per le immagini termiche e sensori 3D, comunemente usati per la diagnostica e la prevenzione collisioni;
  • supportare il trasferimento di dati avanzati alle applicazioni industriali attraverso comunicazioni resilienti a bassa latenza;
  • aumentare i livelli di sicurezza informatica in proporzione all’aumento dei dispositivi connessi;
  • raggiungere la “scalabilità semplificata”, ottenere cioè la possibilità di gestire e distribuire diversi dispositivi su diverse sedi;
  • dotarsi di tecnologie di Edge Computing, per poter elaborare una notevole mole di dati il più vicino possibile a dove essi siano stati generati.

IT, OT e l’intersezione necessaria

Le nuove caratteristiche delle reti aziendali individuate da Didier comportano una nuova consapevolezza: IT (Information Technology) ed OT (Operational technology) devono raggiungere una nuova fase di stretta collaborazione.

Proprio per rispondere a queste rinnovate esigenze, Cisco e Rockwell Automation sono state le protagoniste della nuova linea di switch Stratix. Più in particolare, le due realtà hanno collaborato per la realizzazione della nuova serie 5800.

La principale caratteristica della nuova serie è l’espansione IOS (Internetwork Operating System) di Cisco a IOS-XE. Questo percorso ha rappresentato per Cisco il passaggio definitivo dal sistema operativo ad un modello software-defined.

Come affermato da Didier, questo nuovo modello (IOS-XE), è caratterizzato da numerose funzionalità integrate per garantire un maggior livello di sicurezza informatica. Non solo: con questo modello si potrà fornire un playbook che garantisca il successo dell’IoT di oggi e ponga le basi per il futuro della serie 5800.

Il sensore Cyber Vision di Cisco per la serie 5800 raccoglie i dati da tutte le porte.

In una seconda fase il sensore analizza i dati del traffico di rete. Questa analisi serve per poter identificare da quale tipologia di dispositivo provengono, come e con quali altri sta comunicando e quale protocollo si stia utilizzando.

Cyber Vision può quindi sondare attivamente o passivamente ogni dispositivo. Consente inoltre di bloccare in modo repentino ogni possibile problema alla rete, fornendo un modello Zero-Trust.

Essere Zero Trust significa possedere una rete di digitalizzazione aziendale. In questa rete  tutti i dispositivi, gli utenti e le applicazioni devono essere convalidati prima di poter accedere.

Lavorare con un sistema SDN (Software-defined networking) rappresenta dunque la soluzione più efficace per le reti di digitalizzazione aziendale.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home