Home » News » Retail » Retail: il 2021 segna la ripresa dell’E-Commerce B2C
Retail Risorse

Retail: il 2021 segna la ripresa dell’E-Commerce B2C

retail ecommerce b2c

Per il settore Retail, il 2020 ha segnato una svolta nel commercio digitale sia per i numeri che per le abitudini di acquisto. Mentre gli acquisti online di beni di prima necessità crescevano a ritmi mai visti prima, gli acquisti di servizi segnavano una battuta d’arresto.

Ma nel 2021 le due anime del commercio e-commerce si stanno riequilibrando, riportando l’intero settore, inclusi i servizi, a numeri pre-pandemia.

Il 2020: l’anno che ha cambiato l’e-commerce B2C

Una cifra può riassumere l’enorme scossone che la pandemia ha assestato all’e-commerce B2C: +45%.

Questa è stata l’incredibile crescita del volume di acquisti di beni di prima necessità registrata nel 2020. Tuttavia, parallelamente, i servizi sono crollati, facendo segnare un -52% (dati: Osservatorio eCommerce B2C).

Il settore dei servizi, più avvezzo all’e-commerce, ha subìto un calo a causa dei cambiamenti delle abitudini di consumo e dei vincoli imposti dalla legge.

In larga parte infatti la battuta d’arresto è dovuta ai settori turismo e trasporti, quasi del tutto fermi, sia nei momenti di chiusura delle frontiere che negli altri timidi momenti di riapertura. Senza l’emergenza sanitaria, e senza le limitazioni agli spostamenti imposte per arginarla, infatti, si stima che il settore avrebbe continuato nel suo trend positivo di crescita registrato negli ultimi anni.

Il 2021: la ripresa del Retail

Non solo le grandi realtà, ma anche le piccole attività, messe in moto dal cambiamento, affrontano oggi con più sicurezza la trasformazione digitale e ne cavalcano i vantaggi.

La crescita torna ai ritmi del 2019. Il trend degli acquisti di prodotto continua con un incoraggiante +18%, positivo ma ben lontano dagli incredibili numeri della pandemia. Finalmente anche gli acquisti nel settore servizi segnano un +36%, dopo lo stop del 2020. In totale, nel 2021 gli acquisti online valgono 39,4 miliardi di euro, con una crescita del 21% rispetto all’anno precedente.  

Gli acquisti dei servizi crescono, ma, con un totale di quasi 9 miliardi di euro in valore assoluto, restano ancora inferiori al 2019 e al picco di oltre 13 miliardi toccato 2 anni fa.

La crescita pertanto non compensa ancora le perdite dovute al Covid-19, ma fa ben sperare per il futuro.

L’e-commerce B2C si conferma comunque un aspetto fondamentale per la definizione del piano strategico di un Retail che punta allo sviluppo e all’innovazione.

Basti pensare che solo 2 anni fa oltre il 70% delle realtà non aveva una alternativa digitale all’acquisto nel punto vendita fisico. Ora, anche solo una vetrina in un marketplace è la prassi anche per le piccole realtà del settore Retail.

Gli sviluppi futuri

Le nuove abitudini hanno aperto nuovi scenari. Si stanno modificando le modalità di pagamento online, le attività di marketing one to one, la personalizzazione del prodotto e l’approccio attento a una nuova esperienza d’acquisto, che vede uniti la presenza in store con il digital.

Talvolta l’approccio alla vendita online parte da basi piuttosto banali, quali l’instant messaging e il canale whatsapp. Tuttavia, per il nostro Paese, storicamente più restio al cambiamento digitale, si tratta di segnali rilevanti di apertura.

Integrazione omnicanale” potrebbe essere la nuova parola d’ordine per il Retail. La ricerca dell’equilibrio online – offline deve guidare tutti gli sforzi di quest’anno di ripresa verso una nuova Customer Experience.

Oggi infatti l’e-commerce non è più solo una necessità dettata dalla situazione, ma è una scelta consapevole del consumatore, che richiede attenzione per essere soddisfatta.

 

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Iscriviti

per ricevere aggiornamenti sui trend e le opportunità IOT per il tuo business

Podcast & Smartspeaker

IOTtoday su Spotify IOTtoday su Google Podcast IOTtoday su Apple Podcast IOTtoday su Amazon Alexa IOTtoday su Google Home